Warning: Declaration of ElementorPro\Modules\Posts\Skins\Skin_Content_Base::register_controls(Elementor\Widget_Base $widget) should be compatible with Elementor\Controls_Stack::register_controls() in /web/htdocs/www.nicolettasilvi.it/home/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/theme-builder/widgets/post-content.php on line 17
FAQ - Psicologa Nicoletta Silvi

FAQ

Le Risposte alle Tue Domande

Lo psicologo è un professionista che, dopo aver conseguito la Laurea quinquennale in Psicologia e svolto un anno di tirocinio, ha superato un Esame di Stato ed è iscritto all’Ordine degli Psicologi nella Regione di residenza nella Sezione A (art.1 L.56/89). La sola laurea in Psicologia non abilita a definirsi psicologo. Questo è un punto molto importante, perché chi si presenta come psicologo ma non è iscritto all’Ordine non è in grado di garantire una preparazione professionale adeguata e davanti alla legge commette il reato di “esercizio abusivo della professione”.

L’elenco completo degli iscritti è consultabile nel sito dell’Ordine Nazionale degli Psicologi http://www.psy.it nella sezione Albo Nazionale. Il nostro Ordine Professionale di riferimento è quello della Marche, consultabile al sito http://www.ordinepsicologimarche.it.

I Dottori in Psicologia sono obbligati per legge ad attenersi alle regole del Codice Deontologico degli Psicologi Italiani (reperibile online nel sito sopra indicato).

La figura dello psicologo svolge attività di prevenzione, diagnosi e sostegno in vari ambiti, formazione, ricerca scientifica sotto varie forme, consulenza, valutazione e orientamento scolastico/lavorativo, può lavorare nel campo della psicologia giuridica e della criminologia o nello sport e altro ancora.

Talvolta le persone credono che parlare con uno Psicologo sia come fare quattro chiacchiere con un amico e ricevere dei consigli. 

Lo Psicologo non è un amico. Non giudica, non dà consigli, non ha un modello morale o ideologico a cui faccia riferimento durante il suo lavoro, parte dal presupposto di assoluta legittimità e rispetto del punto di vista dell’altro e per questo mette a disposizione le sue conoscenze per costruire insieme un percorso che porti al benessere personale, familiare e sociale. Ciò che interessa allo Psicologo è che la persona trovi una sua modalità per affrontare i problemi, che gli consenta di stare bene con se stesso nel mondo.

Un amico non possiede conoscenze sul funzionamento della mente, sulle tecniche psicologiche e psicoterapeutiche frutto di studi “evidence-based” (dimostrati scientificamente) che richiedono al singolo psicologo oltre 7 anni di studio, analisi personale , supervisioni, aggiornamento continuo ed esperienza clinica, sulle teorie esplicite ed implicite da cui muove il comportamento umano, né è abbastanza disinteressato per gestire le dinamiche emotive e di ruolo che emergono nei colloqui. 

Va dai 50 minuti di alcuni approcci, all’ora esatta di altri, all’ora e mezza delle terapie di coppia o di gruppo, ecc. Questa regola è utile per diversi motivi: prima di tutto permette al professionista un’estrema puntualità, dando appuntamenti in modo che non si accavallino mai, inoltre dà al paziente un “contenitore” preciso, che ha un inizio e una fine già stabiliti; infine permette alla persona di riconoscere quello spazio e quel tempo come proprio.

Gli incontri sono generalmente una volta a settimana, talvolta due volte a settimana o una volta ogni due settimane, in base alla valutazione del professionista e alle esigenze della persona.

Sì. Le spese sostenute per sedute di psicoterapia, purché appositamente fatturate, possono essere portate in detrazione al capitolo “Spese mediche e sanitarie” in misura del 19%, fino ad un tetto massimo di €15493,71 all’anno. Il terapeuta deve, infatti, rilasciare apposita fattura attestante l’importo della sua tariffa, i suoi dati fiscali e quelli di iscrizione all’Albo degli Psicologi. Non si possono infatti detrarre spese di sedute svolte con persone non regolarmente iscritte all’Albo. Inoltre, trattandosi di spese esenti da IVA in quanto sanitarie, le fatture di importo superiore a €77,47 devono recare anche una marca da bollo da €2.

Come in tutte le prestazioni di tipo professionale, la legislazione italiana obbliga il professionista non tanto a fornire garanzia dei risultati che si otterranno, quanto invece a impiegare tutte le risorse necessarie in termini di tempo, di studio, di titoli, di impegno affinché tali risultati si possano raggiungere. Anche lo psicoterapeuta, dunque, è tenuto per legge a dare garanzia del proprio impegno e di tutta la competenza necessaria.

Assolutamente sì. Ogni colloquio è protetto dal segreto professionale che obbliga lo Psicologo a non rilevare informazioni apprese durante le sedute né a informare altri circa le prestazioni effettuate (art. 11,12 e 13 del Codice Deontologico degli Psicologi che definisce modalità e limiti del segreto professionale e Art. 622 del C.P.). Inoltre, è materia di segreto non solo quanto viene detto in seduta, ma anche il fatto stesso che una data persona sia o meno assistita dallo Psicologo.

Le stesse disposizioni valgono anche per le consulenze online: tutto ciò che comunicherete ad uno Psicologo tramite email, chat o videochiamata, è soggetto al segreto professionale.
Il Codice in materia di protezione dei dati personali è descritto nel  Decreto Legislativo 196 del 30 Giugno 2003

Ciascun dato sensibile o informazione trasmessa sarà trattata nel rispetto della privacy, in base all’art.13 del D.lgs n. 196/2003. Nessuna informazione può essere trasmessa a terzi in mancanza del consenso. Ecco perchè nel primo colloquio viene fornita copia dell’autorizzazione al trattamento dei dati personali e del consenso informato alla consulenza psicologica.

Quanto denaro si è speso negli anni per inutili tentativi di risoluzione del problema, che non hanno avuto alcun effetto?

E’ necessario tenere in considerazione che la formazione di uno psicologo è costante, continua e si fonda su una base almeno 7 anni di studi.

In secondo luogo, è bene chiarire che il lavoro di un valido psicologo non si limita soltanto ai 50 minuti settimanali, ma comporta altri e frequenti impegni:
– riflessioni e studio sui singoli casi clinici;
– supervisione da parte di professionisti più esperti;
– comunicazioni urgenti, come telefonate o messaggi, che avvengono tra paziente e terapeuta al di fuori dello spazio analitico.

Tutte queste elencate sono le modalità che consentono ad un professionista di svolgere in modo adeguato il proprio lavoro, permettendo al paziente di fruire di prestazioni professionali eccellenti e di ottenere risultati soddisfacenti e duraturi nel tempo.

Mettiamoci in Contatto

Sono qui per aiutarti, entro 24 ore ti verrà fissato il primo appuntamento.

Inoltre, puoi trovare la maggior parte delle risposte alle tue domande direttamente nella pagina FAQ.

Per ricevere informazioni o richiedere una consulenza , compila il seguente form, scrivi a info@nicolettasilvi.com o utilizza i seguenti Social.

 

Dott.ssa Nicoletta Silvi. 

Iscrizione Albo degli Psicologi delle Marche n.  3019

Privacy Policy - Cookie Policy